Tempi e Metodi Consulenze

Icon

Tempi e Metodi di Giorgio Andreani Riorganizzazione Processi Produttivi sono le piccole cose che, nel contesto controllato, se evidenziate e gestite correttamente, portano grandi risultati . . .

Tempi e Metodi – Rilevamento dei Tempi in Lavoro Cosa significa Rilevare un Tempo Come Procedere.

di Giorgio Andreani

Una delle richieste che più mi vengono formulate quando sono contattato dai Responsabili di Produzione delle più svariate Realtà Produttive, è la seguente: < . .  abbiamo Risorse che contribuiscono alla Produzione, nel rispetto del Ciclo Imposto e vorremmo controllare se le Tempistiche assegnate possano essere considerate ottimali o se debbano essere riviste e modifiche . . vorremmo il parere di una persona esterna . .>

Perfetto, la mia formazione e preparazione, mi permette di sentirmi adatto a soddisfare il bisogno espresso e rassicuro l’interlocutore del momento che possiamo iniziare una produttiva collaborazione.

Vorrei però, dopo la breve introduzione all’argomento, parlare o meglio esternare cosa io intenda per “Rilevamento dei Tempi in Lavoro”.

Il Rilevamento di un Tempo può essere effettuato in diversi modi, sempre utilizzando strumenti che permettano di “contare” il Tempo, ma in maniere più o meno invasive nei confronti della Risorsa in Lavoro.

Come ho avuto modo di dire in altri momenti, (vedi nel mio Blog www.analisideicosti.it un mio scritto “Tipologie di Persone Come Rapportarsi con le Risorse in Lavoro”), le Risorse (persone) con le quali ci possiamo trovare a Collaborare in maniera “forzata”, possono reagire o rispondere nei modi più svariati e quindi anche il metodo da utilizzare per il Rilevamento dovrà essere Diversificato e adattato alle esigenze del momento.

In questa fase considero di Collaborare con una “Risorsa Collaborativa Produttiva”, fortunatamente la più diffusa nelle varie Realtà di Lavoro; questa Tipologia di Risorsa asseconda molto l’opera del “Metodista-Tempista”, non crea nessun tipo di ostacolo, anzi permette ogni coinvolgimento.

Considero anche, che un Ciclo di Lavorazione sia già “imposto” e che quindi vi sia un elenco di Operazioni o Fasi ben distinte.

L’operazione di Rilevamento consiste quindi nel “Cronometrare” il tempo necessario per eseguire l’Operazione al momento considerata; ma possiamo dire che il Tempo Rilevato possa essere definito “Tempo Standard”, ebbene . . . no; non può essere Standard, perché non sono state prese delle precauzioni, o meglio non è stata istruita la Risorsa in Lavoro su come comportarsi durante il Rilevamento.

Ma come deve essere preparata la Risorsa in Lavoro:

primo . . .  deve essere messa a conoscenza di quanto si sta facendo e tranquillizzata sul fatto che non viene in quel momento controllata per poi essere giudicata la sua “Capacità” lavorativa o Produttività, ma che si cercherà di capire analizzando Metodi e Tempi se possano essere necessarie modifiche ai metodi o eventualmente fornire la postazione di lavoro di Attrezzature più adatte; la Risorsa deve essere convinta che si sta controllando un tempo Ciclo, indipendentemente da chi in quel momento presta la sua manualità;

secondo . . .  molto importante! . . . dopo aver spiegato il punto primo, è basilare sensibilizzare la Risorsa, sul fatto che la sua velocità di esecuzione dovrà essere il più “normale” possibile e per normale si intende che ogni movimento in lavoro o spostamento dovrà essere eseguito con le Giuste Tempistiche;  non dovrà essere quindi rallentato ma nemmeno velocizzato.

Per mia personale esperienza, posso affermare che le Risorse in lavoro, acquistano con la ripetizione del movimento, grande velocità; con il tempo ogni azione diventa “automatica”, non è più necessario l’output dal cervello ma le parti del corpo interessate si muovono in maniera automatica; i tempi quindi in lavoro sono sempre inferiori ai Tempi Imposti; il ritmo automatico però non può durare per tutto il turno lavorativo, infatti la Risorsa che ha lasciato “andare” le sue parti in lavoro, libere senza freni, si accorge che potrebbe fare una pausa e quindi rallenta; i suoi tempi in lavoro possono allora aumentare e anche superare i Tempi Imposti.

Ecco perché reputo basilare che la Risorsa venga preparata nei modi riassunti nei due punti sopra elencati e in modo particolare sull’importanza di una “giusta” velocità nei movimenti.

Abbiamo quindi detto che il Ciclo e le Operazioni sono già imposte, abbiamo anche istruito e sensibilizzato la Risorsa sui comportamenti da tenere durante i Rilievi; possiamo allora dare inizio al Cronometraggio? Certamente!

Ma a questo punto è doveroso affermare che non basta un solo Rilevamento, ma che è necessario, o almeno io la penso in questo modo, procedere con questa metodologia; consideriamo una sola Operazione ben distinta e completa:

  1. 1.      Eseguire un primo rilevamento un’ora dopo l’inizio del Turno di Lavoro con la Risorsa fresca ma già concentrata;
  2. 2.      Eseguire un secondo rilevamento dopo 15 minuti dalla prima pausa per ristoro mattiniera, sempre con la stessa Risorsa;
  3. 3.      Eseguire un terzo rilevamento 30 minuti prima della fine del Turno di lavoro;

Possiamo disporre a questo punto di tre misurazioni eseguite in momenti diversi della giornata che potranno essere confrontate e valutate, ma ciò non basta per poter affermare che abbiamo dati sufficienti per eventuali decisioni; dobbiamo infatti ripetere la sequenza nei tre punti sopra descritti coinvolgendo altre risorse.

Come ho già accennato all’inizio io ho suddiviso le Risorse (persone) in quattro o cinque gruppi (vedi sempre nel mio Blog www.analisideicosti.it un mio scritto “Tipologie di Persone Come Rapportarsi con le Risorse in Lavoro”) e la richiesta che mi sento sempre di fare ai Responsabili è quella di fornirmi almeno altre quattro Risorse che possano essere comprese in quelle Tipologie per poter eseguire altrettanti Rilevamenti sempre per la stessa Operazione.

Terminata la sequenza di tre Rilevamenti per Risorsa nei diversi momenti del Turno Lavorativo e ripetuta per almeno altre quattro Risorse diverse tra loro per Tipologia Comportamentale e dopo aver analizzato i Dati raccolti, sono in grado di restituire Risposte ai Responsabili che mi hanno Contattato e richiesto Consulenza.

Continua  . . . . . .

Tempi&Metodi di Giorgio Andreani

Categoria: A - TUTTI I DOCUMENTI

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Commenta

captcha *

categorie